Mondo

Finnair, passeggeri costretti a pesarsi prima del decollo: è polemica

È giusto o sbagliato? Il dibattito è aperto ma sono più le critiche (per adesso) che i segnali di apprezzamento. La compagnia di bandiera della Finlandia, Finnair, ha deciso che i passeggeri vanno pesati assieme ai loro bagagli prima del decollo per capire sia il reale peso imbarcato a bordo degli aeromobili ma anche per criteri di bilanciamento degli stessi.

La nuova linea

Esattamente dai primi giorni di febbraio la compagnia aerea ha chiesto questa “gentilezza” ai propri passeggeri confortandoli sul fatto che le informazioni raccolte rimarranno anonime e saranno utilizzate per facilitare i calcoli del carico totale della compagnia aerea. Si tratta, quindi, di un discorso legato alla volontarietà (per adesso) ma se tutti dicessero di no, per esempio, la compagnia potrebbe essere costretta a imporlo. “Finnair attualmente utilizza le stime del peso medio delle persone per determinare i calcoli del bilanciamento dell’aeromobile. Questa informazione è essenziale per determinare che l’aereo rimanga al di sotto del peso massimo impostato richiesto per un decollo sicuro”, hanno spiegato alcuni esperti del settore al Time.

La nota della compagnia

Le autorità governative hanno detto a Finnair che queste stime vanno aggiornate ogni cinque anni e le formazioni raccolte sul reale peso di passeggeri e bagagli al seguito dovrebbe valere soltanto fino al prossimo mese di maggio. “Registriamo il peso totale e i dati personali del cliente e del suo bagaglio a mano, ma non chiediamo, ad esempio, il nome o il numero di prenotazione. Solo l’agente del servizio clienti che lavora presso il punto di misurazione può vedere il peso totale, quindi puoi partecipare allo studio in tutta tranquillità”, ha dichiarato in una nota Satu Munnukka, responsabile dei processi di terra di Finnair. “Speriamo di avere un buon campione di volontari, sia viaggiatori d’affari che di piacere, anche questa volta, in modo da poter ottenere le informazioni più accurate possibili per importanti calcoli di bilancio“, ha aggiunto.

Avremo bisogno di dati sia per la stagione invernale che per quella estiva: nella stagione invernale le persone in genere indossano abiti più pesanti, che influiscono sul peso“, ha aggiunto il portavoce di Finnair, Päivyt Tallqvist, intervistato da Euronews.

La reazione dei passeggeri

Anche i tranquilli e obbedienti finlandesi (e non solo) hanno apertamente criticato la mossa della compagnia sottolineando che la raccolta dei dati sul peso è “disumanizzante”. Invitata al programma tv Good Morning Britain, la modella Haley Hasselhoff ha commentato il nuovo sistema di Finnair preoccupata che questo sistema possa diventare obbligatorio nel prossimo futuro. Molti passeggeri, nel momento in cui sono stati invitati a pesarsi in aeroporto, hanno avuto reazioni di stizza e potrebbe essere controproducente soprattutto per chi soffre di disturbi alimentari o semplicemente non si trova a suo agio con la bilancia.

Alcuni amici miei non sapevano che sarebbero stati pesati prima di salire a bordo, è stato molto seccante per loro“, ha dichiarato la Hasselhoff. Altre persone, invece, hanno difeso la scelta della Finnair specificando che la possibilità di pesarsi prima di un volo “potrebbe mettere a disagio le persone ma vale la pena provare un leggero disagio se aiuta a garantire la sicurezza dei passeggeri. A differenza di Hasselhoff, il conduttore del programma tv la pensa diversamente. “Si tratta di una questione di efficienza operativa: pesarsi, che tu sia sottopeso o sovrappeso, può essere una buona cosa“.


Source link

articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Translate »