Liguria

Delitto nello Spezzino: Zenucchi e la moglie avevano tentato il suicidio in edicola, ma è giallo sul movente


La Spezia. È prevista per domattina alle 11.30 l’udienza di convalida dell’arresto di Alfredo Zenucchi, 57anni di Bergamo, accusati di aver ammazzato la moglie, Rossella Cominotti di 53 anni, tagliandole la gola nella loro stanza dell’Antica Locanda Luigina a Mattarana, frazione di Carrodano.

Dopo la convalida dell’arresto, effettuato in territorio toscano, il giudice dovrebbe dichiararsi incompetente a favore del giudice spezzino (sul cui territorio si è verificato l’omicidio) che a quel punto disporrà l’autopsia sul corpo della donna. A seguire dovrebbe essere nominato il ctu. Non è escluso che venga nominato anche un perito calligrafo per esaminare la lettera che, secondo la testimonianza resa da Zenucchi, è stata vergata da Cominotti e firmata da entrambi. In quella lettera, firmata da entrambi, ci sarebbe la dichiarazione della volontà di farla finita. 

Secondo quanto risulta dalle indagini, era da un mese circa che Rossella Cominotti e Alfredo Zenucchi parlavano di morte. E avevano già provato a uccidersi, a fine novembre nell’edicola che avevano acquistato a inizio 2023, rivelatasi in fin dei conti un pessimo affare. Ma perché i due, che si erano sposati da pochi mesi, non volevano più vivere? L’interrogativo non ha ancora trovato una risposta.

Secondo quanto appreso da fonti qualificate citate dall’Ansa, nel primissimo interrogatorio Alfredo Zenucchi avrebbe parlato di una forte delusione ricevuta dalla coppia dal comportamento di alcune persone che poi li avrebbero pugnalati alle spalle. Una dichiarazione molto forte che successivamente Zenucchi ha chiesto di cancellare. Di fatto, l’acquisto dell’edicola avvenuta all’inizio del 2023, peraltro sembra senza alcuna verifica precedente l’acquisto, non aveva sancito quel nuovo inizio che i due tanto speravano. Si era infatti tramutata in un pessimo affare che aveva assorbito tutte le risorse della coppia.

Nella camera dove i due alloggiavano a Mattarana sono state trovate tracce di eroina: probabile che entrambi ne facessero uso. E c’è un’altra ipotesi inquietante emersa nelle ultime ore, quella del satanismo, a partire da alcune informazioni tratte dal profilo Facebook di Zanucchi. D’altra parte non sono risultati finora elementi utili a ricostruire un rituale o comunque una componente religiosa o esoterica nell’esecuzione del delitto.

Tra l’altro, secondo quanto riferito dallo stesso Zenucchi, nella lettera trovata nella camera d’albergo ci sarebbero precise istruzioni sulla volontà di non avere funerale e sulla cremazione. Zenucchi, che oggi è stato visitato in carcere dal suo avvocato Alberto Rimmaudo, è parso “dimesso nella sua reattività – ha detto all’Ansa il legale – come se volesse che la vicenda avesse il suo corso senza voler lottare”. Zenucchi è accusato di omicidio volontario.

 

 




Source link

articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Translate »