Abruzzo

Shoah in Abruzzo, due pietre d’inciampo per coppia austriaca – Abruzzo


In ricordo dei coniugi ebrei suicidi per sfuggire a deportazione


(ANSA) – PESCARA, 31 MAR – Pietre d’inciampo a Pianella, le
prime delle provincia di Pescara, in ricordo di Siegmund
Sternfeld e Rosa Streimer, morti suicidi il 31 marzo 1944 per
sfuggire ad una delazione che li avrebbe portati nei campi di
concentramento nazisti.
   
La cerimonia si è svolta davanti all’abitazione del centro
storico, dove i due ebrei austriaci si tolsero la vita, con la
presenza del sindaco di Pianella, Sandro Marinelli, il
presidente dell’Anpi Val Pescara, Walter Rapattoni, e le classi
della locale scuola elementare.
   
Siegmund Sternfeld aveva 57 anni, sua moglie Rosa Streimer ne
aveva 30 ed era una ebrea austriaca anche lei. I due si erano
rifugiati in incognito in Abruzzo dopo essersi sposati nel
salernitano e, a quanto risulta, a Pianella fungevano da
interpreti per il locale comando tedesco, ma la loro origine fu
scoperta e quindi decisero di togliersi la vita.
   
“Una ricorrenza importante, quella del tragico suicidio dei
coniugi Sternfeld, nella quale da qualche anno, in
collaborazione con Anpi Pescara, ricordiamo il gesto estremo che
la coppia ebrea decise di compiere per sfuggire alla barbarie
dei campi dì concentramento. Le pietre di inciampo, ricollocate
oggi ufficialmente nell’ambito del progetto europeo teso a
tenere viva la memoria sugli orrori compiuti dal regime
nazifascista, rappresentano la volontà della cittadinanza tutta
di tenere viva la memoria sugli eventi tragici e crudeli che
hanno contraddistinto quei regimi dittatoriali, affinché si
abbia la piena consapevolezza dell’importanza vitale da
attribuire ai valori di democrazia e libertà.”, ha spiegato il
sindaco Marinelli. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA