Sport

Schwazer al Grande Fratello: il 66° giorno di allenamento nella Casa


Coach Rondelli analizza l’ultima doppia sessione del marciatore nella Casa: “Dopo alcune sedute complicate, la ripresa è evidente”

Michele Antonelli

“Una doppia sessione di grande qualità e quantità, con 20 km di marcia sul tapis roulant e 3 ore complessive di lavoro”. Giorgio Rondelli, coach di diversi campioni e consulente di Gazzetta Active, riassume così l’ultima giornata di Alex Schwazer al Grande Fratello: “È un allenamento in linea con la ripresa degli ultimi giorni”.

mattina

—  

Il lavoro inizia come al solito sul tapis roulant: “Alex parte con 40’ a 4’50″-5’ al km (121 pulsazioni) e poi passa a 40’ di fartlek con 30 variazioni veloci di 20″ a 3’20″-3’10″ al km, con un minuto di marcia lenta di recupero (frequenza cardiaca compresa tra 138 e 153 pulsazioni)”. A chiudere la mattinata, 10’ di marcia defaticante.

pomeriggio

—  

L’impegno pomeridiano si sposta sull’ellittica: “Alex in questo caso parte con una mezz’ora a 130 pulsazioni e prosegue con 20’ a 150-160 pulsazioni. Quindi, spazio alla fase massimale del lavoro, con 20’ a 160-170 battiti al minuto“. Per concludere la sessione, altri 5’ a 150-160 pulsazioni e un quarto d’ora di camminata-marcia defaticante sul tapis roulant.

considerazioni

—  

Coach Rondelli analizza la doppia sessione conclusa dal marciatore sottolineando un paio di elementi: “È stato di certo importante il fartlek mattutino, in cui Alex ha toccato i 3’10″-3’15″ al km. Bene, ma sarebbe potuto andare addirittura meglio se un improvviso temporale non avesse reso scivolosa, e dunque pericolosa, la pedana”. Tutto sotto controllo, invece nel pomeriggio. “Negli ormai classici 20’ massimali sull’ellittica, ha raggiunto i 170 battiti al minuto“.




Source link

articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Translate »