Politica

Pnrr: il pressing del Pd, ‘basta veline, serve una sessione in parlamento’ – Politica

Pressing del Pd sul governo sullo stato di attuazione dei progetti del Pnrr, con la richiesta di maggiore trasparenza: il governo informi il Parlamento e faccia chiarezza su cosa sta facendo e cosa intende fare, è il messaggio dei democratici.

“Basta. Ogni giorno veline sul Pnrr. Non si sa nulla di quello che accade ai singoli progetti. Non c’è trasparenza. ‘Colpa di chi c’era prima, colpa della UE’. Serve una sessione in Parlamento, il Pnrr è la missione nazionale, riguarda il futuro dell’Italia non di qualche ministro”, scrive su Twitter il deputato dem Enzo Amendola, capogruppo Pd in commissione Esteri.

E il senatore dem Filippo Sensi gli fa eco chiedendo una ‘operazione verità’ da fare subito in Parlamento. “C’è tempo e ci sono gli spazi per procedere con urgenza. Non è una questione di destra o sinistra, ma di Italia, del nostro futuro. Ora”, scrive su Twitter.

Mentre Piero De Luca, capogruppo in commissione Politiche Ue alla Camera, sostiene che “Il Piano è fermo al palo. Il pagamento della terza rata è stato congelato e sui prossimi step del cronoprogramma di investimenti e riforme non c’è alcuna chiarezza da parte dell’ esecutivo. Così come nessuna notizia arriva dal governo su eventuali modifiche che ha annunciato di voler apportare al Recovery Plan”. 

Intanto, il ministro dell’Ambiente, Gilberto Pichetto, spiega che sul Pnrr “c’e’ la necessita’ della massima attenzone, non c’e’ allarme”. E aggiunge: “abbiamo delle tempistiche dettate dalla legge” ma sottolineando anche che il Pnrr e’ stato “concepito” come risposta al covid ma ora il quadro e’ cambiato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA