Marche

L’Ast Fermo: «Nessuna criticità all’Oncologia del Murri»

FERMO – La nota dell’azienda sanitaria: «Per la migliore gestione di tutte le categorie di pazienti, si provvede sistematicamente a una ottimizzazione e rimodulazione della programmazione lavorativa. Nessun paziente, di alcuna tipologia, viene lasciato indietro e le attività di reparto vengono erogati quotidianamente con la massima efficienza e professionalità»

L’ospedale Murri

«In merito alle recenti dichiarazioni apparse sulla stampa, si fa presente che nella Uoc Oncologia dell’ospedale Murri di Fermo non sussiste alcuna criticità sia sul fronte del personale medico che di quello della presa in cura o delle visite di controllo dei pazienti». E’ quanto si legge in una nota stampa diffusa dall’Ast di Fermo. A sollevare il caso, ieri, è stato il consigliere regionale Fabrizio Cesetti puntando l’indice contro una visita oncologica rimandata. E oggi, al riguardo, arriva la puntualizzazione dell’azienda sanitaria territoriale.

«Innanzitutto  si rimarca il fatto che vengono sempre garantite sia le urgenze che le categorie B e D (classi di priorità Breve e Differita)» che riporta anche delle dichiarazioni del direttore del reparto, Renato Bisonni: «”In merito alle visite di follow up (di controllo programmato), si specifica che alcune delle suddette visite, nell’ambito di una rimodulazione temporanea dei servizi, possono essere procrastinate (ma effettuate comunque in tempi brevi) proprio in virtù della non urgenza delle stesse visite e del fatto che nel reparto si registra un aumento delle persone in cura. Ma quando il medico curante ha contattato il reparto segnalando una qualsivoglia criticità del suo assistito, il paziente in questione, anche se in lista con visita in follow up, è stato subito visitato. E così continueremo a fare. Da gennaio, comunque, si tornerà alle consuete modalità di follow up“».

«Dunque per la migliore gestione di tutte le categorie di pazienti, si provvede sistematicamente – concludono dall’Ast – a una ottimizzazione e rimodulazione della programmazione lavorativa. Nessun paziente, di alcuna tipologia, viene lasciato indietro e le attività di reparto vengono erogati quotidianamente con la massima efficienza e professionalità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Source link

articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Translate »