Umbria

Donna morta in casa a Marsciano: per la Procura di Spoleto è un omicidio volontario


Secondo la Procura di Spoleto impegnata nelle indagini sulla morte di una donna il cui cadavere è stato rinvenuto in casa nel marzo scorso nella zona di Marsciano si è trattato di un omicidio volontario. I pm spoletini hanno modificato l’iniziale titolo di reato del fascicolo da colposo a volontario. Lo dice il Tgr dell’Umbria. Il fascicolo – viene detto – sarebbe contro ignoti. Quando la poveretta è morta era da sola nell’abitazione: l’ipotesi iniziale fu quella di un malore che le avrebbe fatto sbattere la testa sulla pietra del caminetto. L’inchiesta, però, poi ha subito un’accelerazione e il magistrato ha indirizzato le indagini verso un gesto volontario.

Questo contenuto è libero e gratuito per tutti ma è stato realizzato anche grazie al contributo di chi ci ha sostenuti perché crede in una informazione accurata al servizio della nostra comunità. Se puoi fai la tua parte. Sostienici

Accettiamo pagamenti tramite carta di credito o Bonifico SEPA. Per donare inserisci l’importo, clicca il bottone Dona, scegli una modalità di pagamento e completa la procedura fornendo i dati richiesti.



Source link

articoli Correlati

Back to top button
Translate »