Calabria

Carceri: Fp Cgil, detenuto blocca agente a Rossano – Calabria


Intervento dei colleghi evita una possibile rivolta


(ANSA) – CORIGLIANO ROSSANO, 31 MAR – “Un detenuto di
nazionalità italiana, nel carcere di Rossano, ha bloccato un
poliziotto penitenziario minacciandolo che se non gli avesse
consegnato le chiavi delle celle per consentirgli di far uscire
gli altri detenuti, lo avrebbe aggredito”. E’ quanto afferma
Mirko Manna dell’Fp Cgil Polizia Penitenziaria che, in una nota,
esprime “solidarietà al collega tenuto in ostaggio, manifestando
forti perplessità sulla sicurezza dell’istituto”.
   
“Solo grazie all’esperienza e al suo sangue freddo –
aggiunge Manna – l’agente è riuscito a distrarre il detenuto per
il tempo necessario a dare modo altri colleghi di intervenire
insieme al comandante dell’Istituto, scongiurando una possibile
rivolta nel carcere. Il governo e il capo del Dap Giovanni Russo
non assecondino la deriva delle carceri, non aspettino che si
arrivi a fatti più gravi contro le donne e gli uomini del Corpo
di Polizia Penitenziaria”.
   
“Servono azioni concrete – sostiene il sindacalista – e non
proclami di progetti inapplicabili. Bisogna investire sulle
strutture penitenziarie adeguando i sistemi di sicurezza,
immediato scorrimento delle graduatorie dei concorsi ed un
progetto di assunzioni di almeno 5 mila agenti. Per ora dal Dap
e dal Ministero della Giustizia, solo promesse, ma nessuna
risposta concreta”. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA