Abruzzo

All'Unimol Mostra su campi concentramento Abruzzo e Molise

(ANSA) – CAMPOBASSO, 05 APR – Il 13 aprile presso l’atrio del
Dipartimento Giuridico dell’Università degli Studi del Molise si
terrà l’inaugurazione della mostra storico-documentaria “I campi
di concentramento fascisti in Abruzzo e Molise dal 1940 al
1943”, con il patrocinio del Comune di Campobasso e del Comune
di Casoli (CH).
   
La mostra, curata da Giuseppe Lorentini, Kiara F. Abad Bruzzo,
Gianni Orecchioni, Nicola Palombaro e con l’aggiunta di cinque
nuove sezioni curate da Fabrizio Nocera, Costantino Di Sante e
Mattia Crocetti, ha lo scopo di documentare e rendere fruibile a
tutti i cittadini il sistema concentrazionario italiano durante
la Seconda guerra mondiale, nello specifico negli anni
1940-1943. Saranno presentati, attraverso un percorso didattico
di assoluto rigore scientifico e arricchito da documenti
storici, 19 pannelli di grandi dimensioni che evidenzieranno
come l’Abruzzo e il Molise siano state le regioni prescelte dal
regime fascista per attuare il suo sistema di internamento
civile durante le contingenze belliche.
   
La mostra darà particolare rilievo alla presenza di ebrei
stranieri, di antifascisti, di rom e sinti, oltre alle numerose
persone deportate dalla ex Jugoslavia, tra cui il pittore
sloveno Ljubo Ravnikar che, con i suoi acquerelli, ha
raffigurato scene di vita del campo di concentramento di Casoli
in cui fu internato.
   
Inoltre, presso l’Aula Magna, si terrà una conferenza con una
Lectio Magistralis della professoressa Marta Verginella
dell’Università di Lubiana, dal titolo “Vendetta offesa: donne e
uomini sloveni ricordano i campi fascisti italiani”. Il
programma della conferenza prevede i saluti istituzionali del
Rettore dell’Università degli Studi del Molise, del Sindaco di
Campobasso e del Sindaco di Casoli (CH). Altresì, si terranno
gli interventi di Giovanni Cerchia sull’introduzione, di
Costantino Di Sante sul sistema concentrazionario fascista, di
Giuseppe Lorentini sui documenti e i monumenti del memoriale di
Casoli e di Fabrizio Nocera sul Molise e la memoria dei suoi
campi fascisti. La mostra rimarrà esposta presso dal 13 aprile
al 30 novembre 2023 e sarà visitabile gratuitamente dal lunedì
al venerdì dalle ore 8:00 alle 20:00. (ANSA).
   


Source link

articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Translate »