Economia

Agricoltori, arriva l’emendamento sull’agevolazione Irpef. La misura vale due anni


ROMA – Esenzione totale fino a 10 mila euro, del 50% fino ai 15 mila: il governo deposita l’emendamento al decreto Milleproroghe che ripristina l’esenzione per l’Irpef sui redditi agricoli, escludendo però quelli alti. Il voto sugli emendamenti è previsto a partire dalle 19 di oggi.

L’agevolazione non si applica alle società agricole di persone e alle cooperative. La misura è finanziata, si legge nella relazione tecnica, che ha già passato il vaglio della Ragioneria generale dello Stato, da 220,1 milioni di euro nel 2025, e 130,3 milioni di euro nel 2026. Le risorse vengono recuperate dal fondo per l’attuazione della delega fiscale.

Per il 2027 la misura, si legge nella relazione tecnica, porterà invece una dote al fondo: nel testo si prevede un incremento di 89,8 miliardi.

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) 89,8 miliardi per il 2027.]]

Le nuove coperture

“Con la legge di Bilancio – ha spiegato in un intervento su La7 il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera dei deputati, Tommaso Foti – c’erano emendamenti al Senato che chiedevano la proroga tout court dell’esenzione dell’Irpef agricola, ma tutta la maggioranza li ha respinti. Se non c’è copertura non si possono fare le nozze coi fichi secchi. Dopo la legge di Bilancio, come accade spesso col proroga-termini, si pone mano ad alcune rettifiche della legge di bilancio perché nel frattempo si sono trovate le coperture. Durante la manovra si sono risolti anche molti altri problemi, ad esempio i 200 milioni di buco lasciati sulle assicurazioni dai precedenti governi”.


Source link

articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Translate »