Emilia Romagna

Agente aggredito a bastonate da un detenuto nel carcere della Dozza


Violenza all’interno della Casa circondariale Dozza di Bologna, dove nella tarda mattinata di oggi, martedì 13 febbraio, un poliziotto è stato aggredito a colpi di bastone da un detenuto.

Lo riferiscono il segretario generale e segretario nazionale per l’Emilia Romagna del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria, Donato Capece e Francesco Campobasso: “Un detenuto straniero – spiegano – al rientro dal cortile dei passeggi si rifiutava di entrare in cella perché pretendeva di starnese a girare libera nella sezione”. A nulla sono serviti i richiami del personale della Polizia, davanti ai quali l’uomo, prosegue in una nota, “assumeva un atteggiamento di sfida ostacolando gli agenti”. Rientrato in cella, “una volta uscito l’altro detenuto, dal locale colpiva uno degli agenti con spunti e un bastone, minacciandolo anche di morte”. Dopo l’aggressione il poliziotto è dovuto andare al Pronto soccorso per le cure del caso.

Un episodio che riapre la discussione sulle condizioni all’interno del carcere bolognese, tra sovraffollamento e mancanza di personale penitenziario: “A oggi – prosegue la nota del Sapp – sono 813 i detenuti a fronte di una capienza di 498 posti. Una situazione espolisva e sempre più critica”.


Source link

articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Translate »