Società

addio al fondatore di Fattorie Osella

Lutto nel mondo dell’imprenditoria gastronomica italiana: è morto Dario Osella, storico fondatore dell’azienda di formaggi piemontese Fattorie Osella

Morto Dario Osella: addio al fondatore di Fattorie Osella

Un grande lutto ha colpito il Piemonte e l’imprenditoria italiana: è morto Dario Osella, lo storico fondatore dell’azienda di formaggi Fattorie Osella. L’imprenditore cuneese si è spento all’età di 92 anni nella mattinata di sabato 10 febbraio, a soli pochi mesi di distanza dalla morte della moglie Anna Carlotti, con cui era sposato da 65 anni e dalla quale aveva avuto due figli, Gino e Rossella.

Il Piemonte piange la perdita di Dario Osella

fattorie osella

Dario Osella era nato il 7 luglio 1931 a Caramagna Piemonte, da una famiglia di casari da generazioni e generazioni. Dopo avr frequentato il Real Collegio Carlo Alberto I di Moncalieri, ecco che si era iscritto all’Università per diventare avvocato, salvo rendersi conto ben presto che il suo futuro non era nelle aule di un tribunale bensì in un caseificio. Nel 1952 aveva iniziato a dirigere l’azienda di famiglia, creando quello che, ancora attualmente, è il caseificio di Fattorie Osella a Caramagna Piemonte.

Aveva infatti deciso che era arrivata l’ora di trasformare la storica attività del nonno Giacomo, un margaro produttore di formaggi d’alpeggio, in un’attività maggiormente strutturata. A quell’epoca risale anche il tradizionale logo dell’azienda, cioè quel carretto che rappresenta i suoi antenati che trasportavano i formaggi nei mercati della zona.

La sua idea di base, risultata poi vincente, era stata quella di concentrarsi sulla produzione di formaggi freschi, fra cui la robiola e il primosale. Si arriva così alla metà degli anni Novanta (più precisamente al 1994) quando Dario Osella decide di cedere il controllo dell’azienda di famiglia alla Kraft (ad oggi Mondelez).

Grazie all’accordo stipulato con la multinazionale, l’azienda è riuscita a consolidarsi ulteriormente, arrivando a contare su 120 dipendenti ed essendo presente con i suoi prodotti su tutto il mercato italiano, lavorando ogni giorno qualcosa come 80 tonnellate di latte proveniente da 22 produttori locali..

Questo anche perché, grazie al passaggio a Kraft, fu possibile automatizzare i processi industriali e migliorare la logistica della distribuzione.

Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte, ha dichiarato che tutto il Piemonte è vicino alla famiglia di un imprenditore definito come “straordinario, esempio di quella qualità e lungimiranza che nascono dal lavoro e dal contatto autentico con la propria terra e le proprie radici”. Alberto Cirio ha poi spiegato che, forse proprio per questo motivo, ormai le Fattorie Osella sono entrate a far parte dell’immaginario collettivo, identificandole come un luogo d’eccellenza e tradizione di cui proprio Dario Osella, nel corso di tanti anni, è riuscito a rendere parte tutti quanti.


Source link

articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Translate »